Croce Bianca Savona
Organizzazione di Volontariato

Decorata con Medaglia di Bronzo al Valore Civile il 12/05/1922

PROGETTO

“ROBERTO SALVATERRA”

Progetto Roberto Salvaterra

Il progetto nasce da un’idea della P.A. Croce Verde di Albisola e si è potuto realizzare grazie a un cospicuo contributo elargito dalla famiglia e dagli amici, in ricordo di Roberto Salvaterra, prematuramente scomparso.

Il 5 Dicembre 2010 i famigliari e gli amici di Roby consegnavano alla Croce Verde tre defibrillatori acquistati grazie all’iniziativa sportiva, da loro annualmente organizzata, mentre un quarto defibrillatore èstato acquistato grazie alla donazione in memoria di Chicco Spotorno.

L’obiettivo del progetto è quello di creare una iniziativa che duri nel tempo a fronte del contributo offerto dalla famiglia e dagli amici in ricordo di Roberto Salvaterra.

In Italia 1 persona su 1000 può andare incontro a morte cardiaca improvvisa, nel 65% dei casi dovuta a 2 aritmie (Fibrillazione ventricolare e Tachicardia Ventricolare), trattabili con la terapia elettrica mediante il DAE. Il fattore tempo è determinante in quanto statisticamente ogni minuto che passa dall’arresto cardiaco, in assenza di RCP (Rianimazione Cardio Polmonare) la percentuale di sopravvivenza scende del 10%.

Lo scopo del progetto è quindi di rendere accessibili, in alcuni punti chiave del territorio ed in qualunque momento, un kit salvavita a chi sia in grado di intervenire tempestivamente in una situazione di emergenza cardiocircolatoria, in attesa dell’arrivo dell’automedica e dell’autoambulanza, ma che non abbia con se la strumentazione necessaria.

La P.A. Croce Bianca di Savona ha deciso con entusiasmo, di far parte del progetto estendendolo quindi sul territorio del Comune di Savona.

Nell’estate 2011, i clienti dei Bagni Wanda di Savona, con iniziative a carattere benefico, hanno acquistato un kit salvavita per una postazione a copertura dell’intero Prolungamento.

Il 21 aprile 2012 è stato inoltre installato un defibrillatore nel Cento Commerciale “Il Gabbiano” di Savona, presso il Punto d’Ascolto dell’Ipercoop.

Il 18 maggio 2013 il palazzo del Comune di Savona sono stati inaugurati 4 defibrillatori, in seguito posizionati in altrettanti punti strategici della città (piazza Sisto IV, piazza Marconi, piazza Brennero, piazza Santuario).

 

Progetto Roberto Salvaterra

Ogni box installato contiene:

1 defibrillatore semiautomatico
1 busta asportabile contenente:
1 Pocket Mask per la ventilazione polmonare
1 Rasoio per depilazione
1 Forbice bottonuta
1 confezione di garze o teli per asciugare il torace
3 paia di guanti monouso di varie misure.
1 scheda istruzioni elaborata dal 118

Tutti coloro che sono abilitati all’uso del DAE (Volontari P.A., Forze dell’Ordine, Insegnanti, medici, infermieri, cittadini, ecc.) che si trovassero sul luogo dell’evento, possono accedere al defibrillatore ed utilizzarlo.

Occorre quindi finanziare la realizzazione di più corsi aperti alla cittadinanza, in modo che il maggior numero di persone possano essere abilitate all’utilizzo del DAE, anche se queste non fanno parte di alcuna organizzazione specifica. I corsi sono di abilitazione e rinnovo dell’autorizzazione all’uso del DAE sono tenuti da formatori interni accreditati da I.R.C. (Italian Resuscitation Council) Nel 2018 si sono tenuti 12 corsi per un totale di 140 partecipanti e 4 esami per il rinnovo dell’abilitazione per 110 operatori.

Queste attività oltre un grande impegno organizzativo, hanno impegnato nove istruttori qualificati IRC.

Questo grande progetto ha bisogno del continuo aiuto da parte di tutti, per l’acquisto del materiale necessario, la sua manutenzione e per l’organizzazione dei relativi corsi alla cittadinanza.

Chi intendesse aiutarlo, può versare un contributo sul Conto Corrente intestato a “Progetto Roberto Salvaterra”

IBAN IT87M0303210600010000003099

Scroll Up